Da un agriturismo ad un ristorante esclusivo: 5 proposte

.

Una vacanza in agriturismo non è completa senza la buona cucina. Se poi parliamo di Cucina con la C maiuscola, allora l’abbinamento diventa imperdibile!
L’edizione 2011 della Guida Michelin ha assegnato ai ristoranti italiani ben 325 stelle, record per il nostro Belpaese. Abbiamo così stilato un breve elenco dei migliori ristoranti italiani che, lontani dalle città, sorgono in un contesto rurale.

Al Sorriso *** Soriso, Novara
Siamo nell’alto Piemonte, a pochi chilometri dal lago di Orta e sullo scenario dell’arco alpino occidentale dominato dal Monte Rosa. È qui, nella terra d’origine, che nel 1981 la famiglia Valazza decise di aprire il ristorante/hotel Al Sorriso. Angelo è il maestro del ricevimento, Luisa è invece ai fornelli, ispirata dalle tradizioni gastronomiche del territorio, dalla continua dedizione e dalla creatività che le viene dal suo hobby principale, la pittura. Molte delle materie prime utilizzate nel ristorante vengono coltivate direttamente della famiglia Valazza.

Una curiosità: l’Hotel al Sorriso è su Toprural! Altrimenti nella zona trovate agriturismi a San Maurizio d’Opaglio, Orta San Giulio,  Cureggio.

Dal Pescatore *** Runate, Canneto sull’Oglio, Mantova
Ristorante aperto sin dal 1925 da teresa Mazzi ed Antonio Santini, ora nelle mani di Giovanni (in cucina) ed Alberto Santini (in sala). Il ristorante si trova nella riserva naturale del Parco dell’Oglio Sud in un paesino di soli 36 abitanti. La cucina è quella tipica tradizionale della zona con non poche incursioni nell’innovazione, il legame con il territorio e la creatività: piatti tipici di lago dalla tradizione familiare, i tortelli di zucca, le zuppe ed i risotti.

Trovate gli agriturismi in zona a Gazaldo degli Ippoliti, Piadena, Casazze.

Piazza Duomo ** Alba, Cuneo.
Nel cuore della piazza principale di Alba, nelle Langhe, il ristorante è attivo dal 2005 grazie all’impegno dei Ceretto, famiglia di rinomati produttori di barolo, e dello chef Enrico Crippa. Piazza Duomo offre due spazi, La Piola (dove la ristorazione è più tradizionale, legata ai prodotti tipici del territorio, come ai suoi vini di Langa e Roero) e Il Ristorante (spazio più creativo ed internazionale dove regna lo chef Crippa).

Gli agriturismi nella zona sono nella stessa Alba, a Monticello d’Alba o a La Morra.

Rossellinis ** Ravello, Salerno
Ristorante dell’esclusivo Palazzo Sasso di Ravello, sulla splendida costiera amalfitana, antica dimora nobiliare risalente al XII secolo. Il ristorante gode di un bel panorama dall’alto di una collina a 350 mt sul livello del mare ed apre solo da aprile a settembre. Lo chef, Pino Lavarra, pugliese ma dalla carriera internazionale che lo ha portato da Londra all’Asia, è uno dei migliori cuochi al mondo.

Gli agriturismi nella zona sono a Ravello, Praiano e Cetara.

Duomo ** Ragusa
Nel centro dello storico quartiere Ibla di Ragusa, su una collina a 400 mt sul livello del mare. Il quartiere è il regno del barocco siciliano, con più di 50 chiese e palazzi storici. Il Leit Motiv del ristorante è “riscoprire e riportare alla luce i sapori perduti della tradizione e rinnovarli”, in una terra che ha visto passare nei secoli molte e diverse culture. Lo chef, Ciccio Sultano, ha pubblicato sul suo portale i video delle sue principali ricette. Ma è molto meglio provarle sul luogo!

Per alloggiare ti suggeriamo gli agriturismi a Ragusa, Modica, Comiso.



Pubblicato in: Itinerari, Turismo rurale, Viaggi

Tags: , , , , , ,

Post relazionati

  • Alla scoperta del cuore verde dell’Emilia Romagna
  • Passione per il tartufo? Scopri la Fiera del Tartufo bianco d’Alba 2013
  • I Comuni più ricercati dell’estate 2011
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *