Cinque agriturismi in Campania che devi assolutamente visitare

.

Oggi vogliamo stuzzicare la vostra voglia di vacanze e natura proponendovi una breve selezione di agriturismi in Campania, destinazione ideale per l’estate: natura, mare, relax, cultura e buona cucina!

Agriturismo “Torre Cangiani”, Massa Lubrense, Napoli.

agriturismo Torre CangianiQuest’agriturismo sorge in un luogo invidiabile: la verde costa della Penisola Sorrentina, con un panorama da togliere il fiato su Capri, Ischia, il Vesuvio ed il golfo di Napoli. La struttura rurale è nata intorno ad un’antica torre saracena del XII secolo, anch’essa disponibile per il soggiorno, ed è circondata da limoneti ed uliveti, sapientemente coltivati su terrazze scoscese che arrivano sino al mare. Il proprietario sarà ben felice, tempo permettendo, di accompagnarvi in lunghe passeggiate alla scoperta dell’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Quattro le camere per 8 posti letto totali.

“Elios Country Village”, Marina di Ascea, Salerno.

Elios Country VillageQuesta struttura rurale si trova nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, un paradiso per gli amanti del mare ma anche del trekking e della storia (assolutamente da visitare l’antica città di Paestum, come i vicini Scavi Archeologici di Elea Velia, dove Parmenide e Zenone fondarono la scuola filosofica eleatica). Elios Country Village sorge a soli due chilometri dal mare ed è circondato da 5 ettari di parco.Cinque gli appartamenti indipendenti per 16 posti letto totali.

Agriturismo “AnticaiA”, Castelluccio Cosentino, Salerno.

Agriturismo AnticaiaQuesta struttura rurale è dedicata agli amanti della natura, quella incontaminata. Situato alle falde degli Alburni, le Dolomiti del Sud, nella zona montagnosa del Parco Nazionale del Cilento/Alburni. Antico casolare del secolo XVII, è circondato da 20.000 metri quadrati di bosco ed uliveti di proprietà. Da visitare in zona il borgo Sicignano degli Alburni, e le grotte di Castelcivita, un percorso di 1.200 metri dedicato agli amanti della speleologia. L’agriturismo è stata una delle tappe di Ana e Juan nel loro viaggio per l’Europa rurale in 80 giorni. Tre gli appartamenti indipendenti per 10 posti letto totali.

Agriturismo “Rifugio degli Dei”, Positano, Salerno.

Agriturismo "Rifugio degli Dei", Positano, Salerno.L’agriturismo, appartenente alla stesas famiglia di generazioni, è stato da poco ristrutturato con particolare attenzione alla salvaguardia dell’architettura Costiera e di Positano come le volte a gaveta gli architravi in legno di castagno e gli intonaci in calce spenta. Nel cuore della Costiera Amalfitana e raggiungibile grazie alle tipiche scalinate che si inarpicano su per la costa scoscesa, dall’agriturismo si gode di una vista meravigliosa su Positano, sull’isola de Li Galli, punta Campanella e Capri: i tramonti qui sono da favola. Tre gli appartamenti indipendenti per 6 posti letto totali.

Agriturismo “Sant’Elia”, Casalbore, Avellino.

 Agriturismo "Sant'Elia", Casalbore, Avellino.

L’agriturismo Sant’Elia si trova nella Valle del Miscano, un lembo di terra tra il Sannio e l’Irpina in cui l’uomo ha lasciato le prime tracce più di 8.000 anni fa. Siamo sulle storiche vie della transumanza, in un ambiente tipicamente rurale che l’agriturismo Sant’Elia valorizza e fa conoscere con allegria ai propri ospiti. La zona è perfetta per il trekking e le scampagnate in mountain bike, sono gli stessi proprietari ad aver progettato e segnalato un bel percorso nel verde, tra antiche masserie percorsi rurali: “I colori del Vento” (lungo le vie della transumanza).

Questa non è che una piccola selezione del nostro portale. Tentato da una vacanza agrituristica in queste zone? Vai su Toprural e ricerca tutti gli agriturismi in Campania, basta un click!



Pubblicato in: Turismo rurale

Tags: ,

Post relazionati

  • Una scampagnata a Castellabate sulle tracce di “Benvenuti al Sud”
  • Un Parco per far rinascere un territorio. Il Parco Nazionale del Vesuvio
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *