Viaggio alla scoperta dei marmi di Michelangelo

.

L’Italia è una nazione ricca di cultura. Oggi ci sentiamo un po’ storiografi e vogliamo proporvi un viaggio per una delle zone d’Italia che maggior valore ha apportato al patrimonio artistico nazionale: le cave di marmo di Michelangelo.

Una geografia perfetta. Questa zona delle Alpi Apuane, grazie alla sua vicinanza al mare e quindi ai mezzi di trasporto, ha da sempre facilitato lo sviluppo delle cave di marmo. Dalle “Vie di Lizza“, scoscesi sentieri a ridosso dei giacimenti e lungo i quali i grandi blocchi bianchi venivano fatti scivolare adagio, questa preziosa materia prima arrivava in fretta ai fiumi della zona o direttamente al porto di Massa-Carrara.

Un po’ di storia. Le cave di marmo bianco delle Alpi Apuane, delle quali Michelangelo Buonarroti si innamorò, sono un tributo all’ingegno umano e alla bellezza della natura. Sfruttate sin dai tempi dell’impero romano, queste cave vennero rese celebri nel mondo da grandi artisti come Michelangelo o Canova. Fu l’autore della celebre “Pietà” (1497-1499) a scoprire ed inaugurarne una, la famosa e spettacolare Tacca Bianca, sul versante marino del borgo di Seravezza. Era lo stesso artista infatti a recarsi nelle cave della zona, a Carrara o nei diversi giacimenti nella zona del monte Altissimo, alla ricerca dei migliori blocchi di marmo, giudicati in base al colore e alla compattezza della roccia.

Il turismo. La geografia della zona dice tutto: qui il trekking e la scalata la fanno da padroni. Se non avete quindi paura di lunghe e passeggiate, spesso impervie ma in completa sicurezza, questo è la vostra destinazione di fine estate! La zona è ricca di sentieri tracciati dal C.A.I. (Club Alpino Italiano) che ripercorrono le antiche rotte dei “cavatori” di marmo; sentieri ricchi di storia e suggestione. Avrete la sensazione di camminare nella storia, di seguire stesse strade scoscese dove un tempo tutto era frastuono di scalpelli, picconi e martelli. Siete ancora per il turismo di massa? Scusate la battuta facile: noi siamo per Massa-Carrara!

Maggiori informazioni: Agriturismi in Provincia di Lucca | agriturismi in Provincia di Massa-Carrara | Sezioni del C.A.I. in zona |
Itinerari: Storico culturale sulle tracce di Michelangelo | Percorso lungo la Tacca Bianca | Il Monte Altissimo |



Pubblicato in: Itinerari

Tags: , , ,

Post relazionati

  • Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, una vacanza perfetta.
  • Gli acquedotti Romani, riscopriamo l’acqua pubblica dei nostri antenati.
  • Tre buoni motivi per un fine settimana in Umbria
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *


    1. Silvia dice:

      Sintesi perfetta e ricca di spunti, con la battuta finale da manuale:-)))


    2. Giulia dice:

      Che posto splendido! E’ un ottimo consiglio, grazie!


    3. Agostini Diego dice:

      fantastico.