Calcola il grado di influenza del tuo agriturismo sulle reti sociali

.

Arriva un altro capitolo del nostro speciale “Agriturismi e reti sociali“, speciale che ci accompagna già da qualche mese. Dopo aver parlato delle soluzioni migliori per essere presenti sulle reti sociali e monitorare ciò che in esse si scrive sulla tua struttura rurale, oggi vogliamo spiegarti come calcolare il tuo grado di influenza sui social network.

Cosa è l’influenza? 

Con influenza intendiamo la capacità di far arrivare i nostri messaggi agli utenti e, di riflesso, influire nella loro visione del mondo. L’influenza è strettamente legata all’autorevolezza: un messaggio proveniente da una fonte autorevole sarà per sua natura più efficace. Con l’avvento delle reti sociali questa capacità viaggia on-line, vista la rapida diffusione dei messaggi e dei punti di vista, ed è quantificata da appositi servizi in Rete.

Quando dobbiamo fidarci di queste rappresentazioni dell’influenza?

Sicuramente non esiste nessuno strumento definitivo in grado di quantificare qualcosa di così soggettivo e complicato come il grado di influenza di una persona o un’organizzazione su una platea più o meno ampia. Il grado di diffusione raggiunto da molti di questi servizi permette comunque creare un quadro di riferimento condiviso all’interno del quale calcolare l’influenza on-line su una serie di valori comuni per tutti. Non è comunque il caso di esagerare con tecniche e servizi di riferimento, lo scenario dei servizi disponibili è in continua evoluzione.

Applicazioni on-line per calcolare il tuo grado di influenza

Vogliamo suggerirti una selezione dei principali siti specializzati nella misurazione del grado di influenza on-line, ognuno con delle caratteristiche uniche che lo rendono adatto ad analizzare diverse tipologie di “utente”: a te la scelta!

1. Klout. Certamente il servizio più popolare e conosciuto. Dopo aver segnalato a Klout i tuoi account su Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn, Foursquare, Youtube, Instagram e Blogger sarà lui ad assegnare alla tua influenza on-line un punteggio, su una scala che va da 1 a 100. Una parte importante di questo punteggio è determinata dalla tua presenza su Twitter e dalla quantità e qualità delle interazioni con gli utenti che maggiormente influenzi.

2. PeerIndex. Basata sulla stessa scala da 1 a 100, assegna il punteggio sulla base di tematiche di influenza. Questo servizio si basa su tre componenti: autorità, attività e pubblico di riferimento.

3. Tweet Grader. Applicazione basata esclusivamente sulla tua presenza su Twitter. Semplicissima: inserendo il tuo nome utente visualizzerai il tuo Grade, sarebbe a dire il tuo punteggio, sulla solita scala d’influenza da 1 a 100. Tweet Grader ci regala altri dati interessanti come il giorno del tuo ingresso su Twitter e le parole che utilizzi con maggior frequenza. Utile il grafico che ci rivela l’evoluzione dei tuoi followers e following nel tempo.

4. Twitalyzer. Altro portale che calcola il tuo impatto generale su Twitter negli ultimi 30 giorni. Molto utile, include il paragone con altri ranking, come PeerIndex e Klout, per aver un quadro generale della situazione. Il “voto” che ci assegna Twitanalizer dipende da fattori come numero di followers, menzioni e retweets.

5. Tweetreach. Utile nell’analizzare il grado di diffusione di un hashtag su Twitter. E cosa c’entra con il calcolo dell’influenza on-line? Grazie a questo servizio potrai mettere in relazione la tua influenza in Rete con il numero delle persone che hanno utilizzato un tuo hashtag, facendolo circolare e crescere.

6. Facebook Grader. Ricordate Tweet Grader, qualche paragrafo fa? Questo servizio fa il suo stesso lavoro, però su Facebook: una volta registrati tramite il nostro account principale di Facebook potremo conoscere il nostro grado di influenza basato sul numero di amici, iscrizioni a gruppi e numero di fotografie e commenti sul nostro muro.

7. Facebook Insights. Le statistiche di Facebook ci offrono una grande quantità di dati interessanti ed utili per il calcolo della nostra influenza on-line. Possiamo basarci su variabili come la “portata” o “persone che parlano di questo argomento” e ricavare così una stima della nostra “viralità” su Facebook.  La “portata” quantifica il numero di persone che hanno letto un nostro messaggio, il numero di “persone che parlano di questo argomento” rappresenta il numero di utenti che hanno interagito con il nostro messaggio, direttamente sul nostro muro o attraverso le condivisioni di chi è già nostro fan.

8. Converse Social. Portale molto utile e che calcola il livello di vivacità degli utenti della nostra pagina facebook negli ultimi 30 giorni, relazionandolo con quello delle principali pagine della concorrenza. Sotto la lente il numero di interazioni, i commenti, i “mi piace”, le pubblicazioni e il numero di fans.

Queste sono gli strumenti principali che utilizziamo negli uffici di Toprural per calcolare il nostro grado di influenza sulle reti sociali. Provali e dicci cosa ne pensi! Dovremmo conoscerne altri? I suggerimenti nei commenti sono sempre ben accetti!



Pubblicato in: Turismo rurale

Tags: , ,

Post relazionati

  • “Facebook fidelizza, dal blog capisci cosa offrire, su Twitter incontri il mondo”: intervista a Giuseppe di Pizzicato Eco B&B
  • Come creare un blog per il tuo agriturismo
  • Scopri come calcolare i risultati della tua presenza sulle reti sociali
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    *

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>