Ecogesti 2009

.

Il 2008 è svanito dietro l’angolo, fermiamoci e pensiamo: “Cosa ho fatto per aiutare la Terra e per migliorare le condizioni in cui viviamo?”. Che sia stato o no un anno positivo, meglio lasciarlo andar via e programmare il 2009.

Toprural, nel corso dell’anno, porterà avanti un’iniziativa chiamata “Ecogesti 2009”, con la quale cercherà di proporvi alcuni piccoli suggerimenti per migliorare il nostro Pianeta, la vita dei nostri figli e, perchè no, per sentirci un pò meglio anche noi.

Vogliamo illustrarvi alcune azioni da realizzare quotidianamente, piccoli gesti, un leggero cambio del nostro stile di vita:

Utilizzare i conti correnti e i pagamenti online: l’utilizzo dell’home banking comporta un enorme risparmio di carta e quindi riduce notevolmente l’abbattimento degli alberi, oltre ad essere più comodo.

Sbrinare regolarmente il congelatore: uno strato di soli 4 mm di ghiaccio può duplicare il consumo di elettricità.

Piantare una siepe di bambù: una siepe di bambù è molto elegante e tutti i tuoi vicini ti invidieranno e, dal momento che ha una crescita rapida, assorbe più CO2 di altri vegetali.

Adottare il car sharing: per andare al lavoro, al cinema o dalla nonna, meglio mettersi d’accordo e utilizzare una sola auto piuttosto che cinque, facile no? Alternandosi e utilizzando questo sistema si farà un passo importante verso città meno trafficate e più vivibili.

Accorgimenti nel lavare i panni: dal momento che le lavatrici consumano energia principalmente per riscaldare l’acqua, è bene utilizzare lavaggi ad acqua calda, ma non bollente (anche perchè dopo un pò la vostra bella maglia verde perderà il suo colore).

Riciclare gli abiti sintetici: gli abiti in tessuti sintetici possono essere riciclati, riducendo così del 76% l’energia impiegata per produrne di nuovi e la conseguente emissione di gas serra.

Non utilizzare i sacchetti di plastica: per fare la spesa utilizza shopping-bag pieghevoli e riutilizzabili o i vecchi carrelli delle nonne. Infatti i sacchetti di plastica impiegano più di 400 anni per essere distrutti in natura e per produrli si consuma molta energia.

Niente lucine rosse per stereo, tv e dvd: questi apparati quando sono in stand-by succhiano da 70 a 150 euro all’anno d’elettricità, e non per il led ma perchè restano in contatto con il telecomando.

Cambiare le luci di casa: scegliere lampade a fluorescenza a basso consumo, costano di più vero, ma consumano molto meno e durano tantissimo. Rocorda però che, una volta esaurite, va effettuata un’accurata raccolta differenziata, perché le lampadine a fluorescenza contengono mercurio che non va disperso nell’ambiente.

In ufficio: proponi che ognuno abbia la propria tazza per il caffè, meglio dire addio ai bicchieri di plastica.

Ecco 10 gesti per iniziare a cambiare le nostre abitudini. Piccoli cambiamenti per un futuro migliore … e per un nuovo anno più salutare.

Vi auguriamo un felice anno rurale e un 2009 più ecologico!

Più Informazioni: Articolo del Corriere della Sera.



Pubblicato in: Ecologia, Generale, Turismo rurale

Tags: , ,

Post relazionati

  • Un anno in una sola busta (di spazzatura)
  • Come riscaldare (e raffreddare) la tua casa con la geotermia
  • La casa ecocompatibile è aperta a tutti: 8 regole basiche da seguire
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *


    1. PODERE CAPPELLA dice:

      Da anni nel nostro agriturismo è stata piantata una siepe di bambù.
      Il bambù oltre ad essere elegante ed assorbire la CO2, è una pianta molto resistente,
      che noi in campagna utlizziamo per la costruzione di cannicci e come pali per le viti.
      Al bello si unisce l’utile , contribuendo al rispetto per l’ambiente.