Funghi, che passione!

.

L’autunno porta con se il freddo e la pioggia, ma è anche una stagione che offre molto in campo alimentare, con diverse specialità culinarie che fanno un gran salto di qualità proprio in questo periodo dell’anno.

Parliamo del tartufo, della castagna e soprattutto del fungo, spesso considerato misterioso e affascinante, forse per i luoghi in cui solitamente cresce o per le molte leggende del quale è protagonista.

Quando la fortuna ti accompagna ...L’Italia è un paese ricco di funghi, in tutte le regioni ne esiste una vera e propria cultura, ma oggi vogliamo parlarvi della Toscana che, grazie ad un’estensione delle aree boschive senza rivali, alla varietà dei propri paesaggi e ad un clima dolce che risente dell’influenza del mare, possiede un vero e proprio primato nella ricerca e nello studio dei funghi. La Toscana da anni infatti si sta operando nella gestione del territorio agro-forestale con un’attenta salvaguardia dei valori e delle risorse ambientali.

Toprural consiglia alcuni itinerari da seguire per tutti gli amanti del fungo:

Dalla strada che da Civitella Marittima va a Roccastrada, proseguendo per Roccatederighi (per quel che riguarda i porcini in particolare) i boschi di querce che troviamo sono tutti ricchi di funghi (Boletus aereus in prevalenza) ed ovuli.

Ancora la strada che da Castel del Piano prosegue verso il Monte Amiata è ricca di boschi di castagno dove è possibile trovare molti Cantharellus Cibarius.

Nei boschi intorno a Prata, vicino a Massa Marittima, e spostandosi più verso il sud, nella zona di Pitigliano, lungo la strada che va dal paese verso Farnese (nel Lazio) ci sono dei bellissimi spazi dove il porcino la fa da padrone.

Pierpaolo Fazio



Pubblicato in: Generale, Professionisti, Turismo rurale

Tags: , , ,

Post relazionati

  • Passione per il tartufo? Scopri la Fiera del Tartufo bianco d’Alba 2013
  • Come riutilizzare le foglie secche cadute dagli alberi
  • Fall Foliage: si sta come d’autunno, sugli alberi le foglie
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *