Gli agriturismi senza barriere architettoniche

.

Gli agriturismi, come tutte le strutture ricettive, sono obbligati a garantire l’accessibilità ed il superamento delle barriere architettoniche, anche con opere provvisionali. È tutto nero su bianco sulla legge quadro nazionale sugli agriturismi numero 96 del 2006, sulla base della quale si sono sviluppate le differenti leggi regionali.

Nella pratica? Per concentrarci sulla sola disabilità motoria: assenza di scalini o rampe di accesso fisse o rimovibili, servizi igienici adattati per l’accesso e l’utilizzo da parte dei disabili, rispetto dell’accessibilità in piccoli dettagli come altezza dei citofoni, sentieri solidi e stabili evitando ostacoli come la ghiaia.

Oggi vogliamo proporvi una piccola selezione di strutture rurali particolarmente attente al tema, selezionate grazie filtro del nostro portale dedicato agli agriturismi senza barriere architettoniche!

Agriturismo “La Noce di Francesca”, Londa, Firenze.

L’agriturismo offre tre appartamenti indipendenti ricavati dal restauo conservativo dell’antico fienile in pietra, costruito sui resti di un’antica torre medievale. Al centro delle vallate del Casentino, del Mugello e della Val di Sieve. L’azienda agricola produce olio extra-vergine di oliva ma anche la Regina di Londa, una pesca a polpa bianca presidio slow-food, e ciliegie per confetture. Il tutto, come l’orto a disposizione dei clienti, prodotto senza l’utilizzo di concimi chimici. Dieci i posti letto totali nei tre appartamenti a disposizione.

Agriturismo “Sant’Antonio”, Montegridolfo, Rimini.

L’agriturismo Sant’Antonio sorge sulle colline romagnole tra Fano, Urbino e la Repubblica di San Marino, a circa 15 chilometri dalle coste adriatiche e dal Parco Naturale del Monte San Bartolo, con le sue belle e rare coste alte in falesia viva alte anche duecento metri. La struttura rurale, da poco restaurata, offre otto appartamenti per due persone. Pet-friendly, con un grande giardino attrezzato con barbecue.

Agriturismo “Il Molino”, Gubbio, Perugia.

Il Borgo Il Molino sorge a poca distanza dalla splendida Gubbio, tra le colline umbre. Si compone da due casolari in pietra ristrutturati rispettando i materiali e l’architettura tipica dei casolari rurali della zona. Base perfetta per lanciarsi alla scoperta della bella Umbria: Perugia, Assisi, lago Trasimeno, Todi, Spoleto. Cinque gli appartamenti per 14 posti letto totali.

L’agriturismo è uno dei piaceri della vita. E deve esserlo proprio per tutti. È quindi importantissimo richiedere il rispetto delle normative vigenti ed organizzare la propria vacanza in maniera adeguata. Voglia di approfondire? Trovate una miniera di informazioni utili su “Diversamente agibile“, il portale dedicato di Max Ulivieri



Pubblicato in: Turismo rurale

Tags: ,

Post relazionati

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrai usare il seguente codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*