In montagna … con le ciaspole

.

Strumento utile in passato soprattutto a cacciatori o contadini, oggi le ciaspole stanno vivendo una seconda giovinezza. Le escursioni con le racchette infatti sono ultimamente tornate di moda grazie alla loro accessibilità. Indipendentemente dallo condizione fisica di chi le calza, le ciaspole rappresentano un mezzo pratico ed ecologico per percorrere sentieri imbiancati e godere di piacevoli passeggiate fra i boschi.

La difficoltà sta tutta nella scelta e nella pendenza del percorso, ma ci si può aiutare con appositi bastoncini, appena più lunghi di quelli da sci e, per quel che riguarda gli itinerari, c’è solo l’imbarazzo della scelta! Toprural vi consiglia alcuni itinerari in varie regioni italiane:

Trentino Alto Adige: qui ci sono numerosissimi percorsi e sentieri, con differenti gradi di difficoltà. La Val di Foresta permette un’escursione meravigliosa e facile lungo il lato destro del Lago di Braies, con uno stupefacente panorama sulla Croda del Becco.

Ciaspole

Valle d’Aosta: il Monte Zerbion offre la possibilità di raggiungere una postazione panoramica unica. Qui lo sguardo può spaziare sul Gran Paradiso, il Monte Bianco, il Cervino, il Monte Rosa, la Valle di Ayas e la vallata principale della Valle d’Aosta. I camminatori più resistenti possono partire da Promiod, un piccolo paesino a 1500 metri di quota per arrivare sui prati d’alta quota della cresta del Monte Zerbion.

Friuli Venezia Giulia: una fitta rete di sentieri consente di addentrarsi in bianchi paesaggi ovattati. È possibile percorrere i tanti tracciati in autonomia o con una esperta guida, come nelle terre del tarvisiano e Sella Nevea, punto di fusione di tre confini naturali e culturali, dove, fino a marzo 2009, è possibile realizzare passeggiate ed escursioni naturalistiche con le racchette da neve anche in notturna per tutti i gusti e i livelli di difficoltà.

Abruzzo: è una regione che offre molteplici possibilità, se preferite le escursioni giornaliere potrete scegliere tra i Parchi Nazionali del Gran Sasso e della Maiella, il Parco Nazionale d’Abruzzo e sui massicci del Sirente e del Velino. Se volete avventurarvi in escursioni di più giorni potrete passeggiare tra i castelli della valle dell’Aterno, tra le valli e i pianori glaciali del gran sasso, all’inseguimento di lupi, cervi e camosci.

Insomma, ce n’è per tutti i gusti, l’importante è prestare attenzione, seguire le indicazioni e allacciare bene le proprie ciaspole!

Più informazioni: www.ciaspole.net



Pubblicato in: Generale, Itinerari, Novità Toprural, Turismo rurale

Tags: , , ,

Post relazionati

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrai usare il seguente codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*


  1. Elisabeth dice:

    Anche in Lombardia, tra Temù e il Passo Tonale è bellissimo ciaspolare e partecipare alle ciaspolade notturne. Io ci lavoro durante l’inverno (Hotel Dolomiti- Passo Tonale) e posso dire che la montagna ha un fascino particolare. Per maggiori informazioni sull’area visitare il sito dell’Adamelloski.