In tour nella Valle dei Templi: so greci!

.

Assaggia queste olive, so bone no? Queste so greche ao!” diceva il grande Mario Brega ad un giovane Verdone in “Borotalco”, un bel film.
I greci non ci hanno lasciato solo le olive, si sono anche stabiliti per secoli in varie zone del sud Italia, portando cultura e ricchezza. Oggi vogliamo guidarvi in quello che è il parco archeologico più grande del mondo, la Valle dei Templi, ad Agrigento.

Patrimonio dell’Unesco dal 1997, il parco si estende per ben 1.300 ettari e comprende i resti dell’antica città greca di Akragas e la zona circostante, sino al mare, dove sorgeva l’antico porto. La città, fondata nel 582 a.C., è passata diverse volte di mano tra greci, cartaginesi, romani, arabi, conoscendo ciclici periodi di sviluppo e di eccellenza culturale ma anche di distruzione ed abbandono. Undicesimo museo per visitatori d’Italia, la zona include dieci templi in ordine dorico, necropoli greche, romane, paleocristiane, due Agorà, centro della vità politica e sociale del nucleo,  varie opere idrauliche.

Al già conosciuto itinerario greco/romano è stato affiancato un secondo, quello paleocristiano. Il parco conserva infatti diverse testimonianze di questo tipo. Il tempio della Concordia, sicuramente il miglior conservato, fu trasformato nel VI secolo d.C. (11 secoli dopo la sua edificazione!) in chiesa a tre navate. Diverse anche le necropoli paleocristiane, spesso ospitate in antiche cisterne a ipogeo.

Attualmente, e fino all’8 novembre, il Parco ospita anche una suggestiva mostra di Arte Contemporanea, più che altro scultura, che splendidamente si incastra in questo scenario così suggestivo.

Ingresso e prezzi: il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 19, il prezzo, salvo promozioni, è di 10 euro, al quale sommare i costi per l’accesso a specifiche aree.

Dove alloggiare. La migliore opzione per godersi la natura e le bellezze della zona è pernottare in agriturismo. Trentadue sono le strutture in zona, anche all’interno dello stesso Parco. Ecco la lista degli agriturismi in provincia di Agrigento.

AppronfodimentiLa mappa satellitare arricchita | Ente Parco | In auto da Messina ad Agrigento (circa 3h).



Pubblicato in: Itinerari

Tags: , , , , , ,

Post relazionati

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrai usare il seguente codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*


  1. pietro dice:

    Perche non parlate anche di Gravina in Puglia? pensavo ci fosse la possibilità di inserire post veri e propri e non solo commenti. Comunque ci sono stato ed è fantastica… Da visitare, E’ un posto ricco di storia e poco conosciuto…

    • Ciao Pietro e grazie per il tuo commento! L’Italia è straordinariamente grande e ricca di storia, cultura, natura: cerchiamo di parlare un po’ di tutto e, poco a poco, stiamo coprendo le diverse zone d’Italia. Ovviamente lo spazio a disposizione non è moltissimo, non possiamo scrivere pagine su pagine ma solo dare indicazioni precise. Parliamo spesso della Puglia, e te lo dice un pugliese! In ogni caso, cerchiamo di pubblicare almeno una volta al mese un tour regionale, prima o poi sarà anche il turno di Gravina di Puglia!
      buona giornata
      Lucio