La radiografia del turista rurale 2009

.

Per il primo anno in Italia presentiamo i risultati della Radiografia del Turista rurale 2009: uno studio realizzato da Toprural e Sondea con più di 4.700 interviste realizzate, delle quali quasi 1.000 in Italia. Novità per Francia e Italia, lo studio è alla sua terza edizione in Spagna.

Questa mattina abbiamo presentato i risultati ai mezzi di comunicazione durante una conferenza stampa al Grand Hotel Doria di Milano.

La Radiografia del Turista Rurale 2009 - Italia. La conferenza stampa

Ecco riassunte alcune conclusioni dello studio:

  • Effetto crisi: il 73% degli italiani ha modificato le proprie vacanze per effetto della crisi. Le conseguenze? Si è scelto una sistemazione più economica, ridotto i costi di attività extra o i giorni di vacanza.
  • Frequenza e durata. Il turista rurale italiano sceglie di alloggiare in agriturismo 3,6 volte l’anno, per dei soggiorni che registrano la durata media di 4,3 giorni.
  • Ricerca e prenotazione. L’89% dei turisti rurali italiani si affida, al momento della ricerca di un agriturismo, allo strumento Internet. La prenotazione è portata a termine preferibilmente via mail (lo dichiara il 65% dei turisti rurali), direttamente via telefono (64%) o tramite siti specializzati (40%).
  • All’ultimo momento. Più di un italiano su 4, il 27%, prenota le proprie vacanze in agriturismo con meno di una settimana di anticipo, la media la prenotazione avviene 26,2 giorni prima delle vacanze.
  • Il futuro del turismo rurale. Quasi 9 italiani su 10 (l’88%), nel contesto di chi non pratica questa tipologia di turismo, si dichiarano intenzionati al settore e non escludono per il futuro una vacanza in agriturismo.
  • Più crisi? Più spesa! Il turista rurale italiano, nonostante dichiari di aver sofferto la crisi economica in maniera più accentuata rispetto all’omonimo francese e spagnolo, dichiara di dedicare alle vacanze 172,4 euro a week-end per persona, contro i 157,4 euro del turista rurale spagnolo e i 147,9 del francese.
  • L’età migliore per una vacanza in agriturismo. Il turista rurale italiano ha in media tra i 35 e i 44 anni, lo spagnolo è più giovane: in media tra i 25 e i 34 anni. In Francia la situazione cambia: l’agriturismo attrae una clientela più matura, a partire dai 45 anni.

Mettiamo ora a disposizione di tutti, per chi volesse approfondire, lo studio completo in pdf e il comunicato stampa. Si tratta di documenti pubblici per i quali preghiamo si rispetti la citazione della fonte e il collegamento a questo post.

Maggiori informazioni:

Presentazione completa (pdf, 956kb)

Comunicato stampa completo (pdf, 89kb)



Pubblicato in: Comunicati Stampa, Novità Toprural, Turismo rurale

Tags: , , ,

Post relazionati

  • Alla scoperta del cuore verde dell’Emilia Romagna
  • Passione per il tartufo? Scopri la Fiera del Tartufo bianco d’Alba 2013
  • I Comuni più ricercati dell’estate 2011
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *