Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, una vacanza perfetta.

.

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, istituito nel 1991, occupa la parte sud della provincia di Salerno con i suoi 180 mila ettari di boschi, scogliere rocciose, spiagge incontaminate, macchia mediterranea. Nel parco rientrano 80 comuni ed 8 comunità montane: parliamo quindi di un Parco Naturale nel quale da sempre convivono almeno due realtà, la natura incontaminata e molti nuclei urbani.

Tracce di civilizzazione sono riscontrabili fin dal Paleolitico medio, i nostri antenati occupavano le grotte costiere, passando per i greci che a Salerno fondarono l’omonima scuola, madre della medicina occidentale, arrivando alla colonizzazione romana: questo millenario rapporto tra l’uomo e la natura ha fatto sì che il parco sia riconosciuto Patrimonio dell’Umanità per la Biosfera (collegamento in inglese), onore concesso dall’Unesco a tutela delle biodiversità e della promozione dello sviluppo compatibile con la natura e la cultura.

Un rifugio protetto. Il Parco è una vera oasi per la fauna autoctona italiana, passeggiando per gli antichi sentieri romani potrai, con fortuna, ammirare il lupo appenninico, l’aquila, il gufo reale, la lepre appenninica e moltissime altre specie protette e che trovano nell’ecosistema del zona comodo e sicuro rifugio.

Trekking per il Parco. Una delle opzioni migliori per chi volesse perdersi nella natura incontaminata del zona protetta, evitando ovviamente di perdersi nel senso letterale del termine, è organizzare un’escursione con una delle guide ufficiali del Parco.  Ben 29 sono i sentieri disponibili e che coprono tutti i livelli di difficoltà. Vista la biodiversità della riserva potrai scegliere percorsi boschivi, marini, seguire il corso dei numerosi torrenti o camminare lungo i sentieri storici che uniscono i molti comuni della zona. Un’immersione totale nel verde.

Un mare da favola. Degna di nota la splendida fascia costiera, tipicamente mediterranea, che alterna spiagge incontaminate e dalla sabbia finissima a promontori rocciosi, sovrastati da antiche e affascinanti torri di guardia. La zona costiera del parco è una delle poche in Italia in cui potrai ammirare piccole formazioni coralline, che rendono i fondali color giada e turchese.  Palinuro, con le sue spiaggie più volte Bandiera Blu, è solo una delle molte possibilità che la zona offre per un bagno rilassante in un mare incontaminato.

Una storia millenaria. Come abbiamo già accennato, il territorio del Parco Naturale è un paradiso per gli amanti della storia e della cultura. Ci limitiamo a suggerire Velia, patria dei filosofi Parmenide e Zenone, Paestum, antica città della Magna Grecia e la Certosa di San Lorenzo di Padula, la più grande e spettacolare d’Italia.

Dove pernottare. L’agriturismo rappresenta sicuramente la migliore soluzione, quanto mai a tema, per una vacanza nell’area protetta. Elios Country Village, a soli due chilometri dal mare, nel cuore del Parco. Agriturismo Il Forno Antico, con una vasta offerta culturale. Poggio San Nicola, sul golfo di Policastro, ideale per visitare Padula e Paestum. Casale Giancesare a Paestum, con il suo splendido tramonto con vista su Capri.



Pubblicato in: Itinerari, Turismo rurale

Tags: , , ,

Post relazionati

  • Un anno in una sola busta (di spazzatura)
  • Come riscaldare (e raffreddare) la tua casa con la geotermia
  • La casa ecocompatibile è aperta a tutti: 8 regole basiche da seguire
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *


    1. Mark e Susan dice:

      Siamo americani a Seattle. Veniamo a Maratea in Basilicata alla fine ottobre fino al 5 novembre. (una nostra amica americana ha una casa li’.) Di solito quando stiamo in Italia ci piace fare escursioni, seguendo sentieri interessanti o al mare o in montagna. Ci pare che saremo vicino al Parco Nazionale del Cilento. Sarebbe possibile ci consigliare qualche itinerari da fare? Avremo una macchina e siamo abituati a fare un dislivello di 500-700 metri. Grazie mille in avanzato.

    2. Buongiorno Mark e Susan!
      Vi passiamo questa pagina web http://www.guideufficialipncvd.it/itinerari.htm, dove troverete ben 29 sentieri di trekking per il parco, dalle colline fino al mare! Si tratta di percorsi ufficiali e programmati dalle Guide Ufficiali del Parco del Cilento, potete contare sulla loro disponibilità per informazioni o per accompagnamento.
      Qui trovate l’agenda delle escursioni guidate http://www.guideufficialipncvd.it/escursioni.html. Per maggiori informazioni la persona di contatto, si legge, è Nicola Ventre 3396502455.
      Buone escursioni!