Pasqua … come vuoi!

.

In Italia più di 3000 rappresentazioni viventi vengono messe in scena durante la settimana di Pasqua. Tra le tante tradizioni folcloristiche, sagre, feste popolari e religiose che vengono praticati da nord a sud, oggi vogliamo parlarvi di quelle più curiose e forse, ma non si offenda nessuno, meno note.

– A Sulmona (L’Aquila) la Domenica di Pasqua si può assistere al rito più suggestivo di tutto l’Abruzzo: La Madonna che Scappa, una celebrazione di origine medioevale in cui viene personificata la statua della Madonna, che chiusa nella settecentesca chiesa di San Filippo Neri non riesce a credere alla notizia della Resurrezione. Quando si convince, Maria esce sulla piazza e procede lentamente, accolta dalla folla, finchè si lancia in una folle e gioiosa corsa verso il Figlio.
Alloggi in zona: Casa Dolce Casa, La Tana della Volpe.

La Madonna che scappa in piazza

– A Oliena (Nuoro) durante la settimana di Passione si svolge il rito della Scrocifissione: il Cristo viene rimosso dalla croce per mano delle pie donne, mentre la gente va alla ricerca del Cristo Risorto, facendo tappa in tutte le chiese del paese, fino al sabato, quando la statua del Cristo viene ritrovata. La Domenica Santa avviene l’incontro tra la statua della Madonna e del Cristo, che vengono portate in processione mentre gran parte dei cittadini spara in aria dai loro balconi con fucili e pistole per annunciare la resurrezione.
Alloggi in zona: Guthiddai, Costiolu.

– A Tredozio (Forlì-Cesena) l’uovo è protagonista assoluto delle celebrazioni di Pasqua. Qui infatti ogni anno si svolgono La Sagra e il Palio dell’uovo. I quattro rioni del comune si sfidano in numerose gare, come la ricerca dell’uovo nel pagliaio o La Gara dei Mangiatori di Uova Sode, in cui ogni anno si tenta di battere il record di 17 uova sode mangiate in 3 minuti con l’aiuto di grandi boccali di birra.
Alloggi in zona: Fattoria Paradiso, La Collinaccia.

Il Ballo dei Diavoli– A Prizzi (Palermo) la domenica di Pasqua due processioni, una con la statua dell’Addolorata e l’altra con quella di Gesù Cristo, si dispongono da un capo all’altro della via principale. Prima che la Madonna e il Figlio possano riunirsi, due diavoli e la morte cominciano ad agitarsi correndo da una statua all’altra, tentando di impedire l’incontro, finchè due angeli con la spada li sconfiggono. La pantomima dei demoni viene chiamata Il Ballo dei Diavoli.
Alloggi in zona: Ridocco, Sant’Agata.

Sacra o profana che sia la tua Pasqua, non puoi lasciarti sfuggire l’occasione di festeggiarla, organizza il tuo soggiorno in agriturismo con Toprural! Cerca gli alloggi disponibili nella sezione Ultimo Minuto.



Pubblicato in: Eventi, Turismo rurale

Tags: , ,

Post relazionati

  • Le strutture rurali e gli agriturismi più esclusivi d’Italia
  • Percorso alla scoperta dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena.
  • In vacanza nelle vere locations dei film
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *


    1. R. dice:

      Non conoscevo queste tradizioni folcloristiche italiane, in particolare quella della Madonna che Scappa mi sembra veramente curiosa!

      ..sarebbe bello poterla vedere dal vivo!