Piccoli alberi crescono

.

Toprural è sempre in prima linea nel campo dell’ecologia e della ricerca di percorsi alternativi per migliorare il mondo in cui viviamo. Per questo vogliamo proporvi l’utilizzo di nuovi motori di ricerca che, grazie a delle politiche intelligenti, cercano di espandersi dando una mano al nostro vecchio Pianeta.

Ecocho.com è il primo servizio di ricerca su internet che compensa le emissioni di carbonio sponsorizzando 2 alberi ogni 1000 ricerche effettuate dagli utenti attraverso progetti ufficiali approvati dal Governo.

Ecocho è un servizio gratuito ed è uno dei modi più semplici per cambiare i comportamenti quotidiani ed avere un impatto positivo sull’ambiente. Utilizzare Ecocho non modifica o rallenta i risultati delle ricerche visto che gli utenti si avvalgono di tecnologie che già conoscono e apprezzano, come Yahoo! e Google.

Un’altra splendida iniziativa è data dal progetto di LifeGate, il network di comunicazione nato per trasmettere un nuovo stile di vita ambientale. Grazie alla collaborazione con Google, è stato infatti lanciato LifeGaatle, un motore di ricerca che utilizza uno sfondo nero invece del solito bianco, studiato per diminuire l’impatto ambientale. I monitor consumano infatti più energia a visualizzare le pagine bianche rispetto a quelle nere.

E’ stato anche calcolato che una versione nera di Google potrebbe far risparmiare energia per 750 megawattora all’anno evitando il rilascio in atmosfera di 457.500 Kg di anidride carbonica, corrispondenti a 1.349 barili di petrolio, per uno spreco totale di 590.323 mq di foreste.

Che numeri … ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Credi che queste iniziative possano migliorare le condizioni ambientali?

Più informazioni: Verdenatura.net.

Pierpaolo Fazio



Pubblicato in: Ecologia, Generale

Tags: , , ,

Post relazionati

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrai usare il seguente codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*