Le strutture rurali e gli agriturismi più esclusivi d’Italia

.

La domanda di turismo rurale in aumento, combinata alla crescente offerta del settore agrituristico, obbliga a differenziarsi. Sempre restando indissolubilmente legato allo stretto contatto con la natura, il turismo rurale sta adattando le proprie caratteristiche alle differenti categorie di turisti. Da turismo tradizionalmente di nicchia si sta passando ad una concezione di turismo “per nicchie”. Oggi vogliamo accompagnarvi in un viaggio tra gli agriturismi più esclusivi d’Italia.La Lupaia, agriturismo/camere. Torrita si Siena, Siena.
La struttura, che offre 5 suites matrimoniali, è curata nei minimi dettagli per offrire massima qualità, comodità e stile non perdendo di vista l’ambito rurale. Meravigliosa la piscina con vista sul Tempio di San Biagio. Pet-friendly.

Torre Gaia Wine Resort, agriturismo/camere. Dugenta, Benevento.
Dimora nobiliare dei primi del ‘900, sovrasta 113 ettari di vigneto dell’omonima azienda agricola, dedita alla produzione di vini autoctoni DOC. L’offerta agrituristica si arricchisce di percorsi enoturistici dedicati. Dodici camere singole e matrimoniali.

Torre Cangiani, agriturismo/camere. Massa Lubrense, Napoli.
Questa struttura rurale sorge in un luogo privilegiato ed esclusivo: il tratto di costa che va tra Amalfi e Sorrento, e gode di una vista senza pari trovandosi sull’estremo lembo della Penisola Sorrentina. La sua torre Saracena, perfettamente conservata ed abitabile, sovrasta il Golfo di Napoli.

Relais La Leopoldina, b&b rurale/camere. Bettolle, Siena.
Il Relais rurale, in gestione b&b, sorge nel cuore della campagna sienese. Antico casale del ‘700, l’offerta prevede 6 camere matrimoniali, un ristorante esclusivo gestito dallo chef Walter Redaelli ed una piscina immersa nel verde.

Cefalicchio Country House, hotel rurale. Canosa di Puglia, Bari.
Antica Masseria pugliese risalente al 1700, questo hotel rurale è circondato da un paesaggio tipicamente mediterraneo: frutteti, ulivi e vigneti la fanno da padrone. L’azienda agricola dispone della più grande tenuta di vigneti biodinamici del Sud Italia. Da provare la vinoterapia e la Spa.

Castello di Vigoleno, Hotel rurale. Vigoleno, Piacenza.
Vero castello, di cui si hanno notizie sin dal secolo XIV, appartenne alle principali case reali che conquistarono la zona, dai Farnese ai Borbone. Il castello offre pernottamenti a corte nella suite o nelle torri di guardia in completa tranquillità ed intimità con servizio di B&B, otto le suite matrimoniali a disposizione.

Slow-Life Umbria, agriturismo/camere. Passignano sul Trasimeno, Perugia.
Antico casale nel cuore della verde Umbria, restaurato seguendo lo stile originario ma aggiungendo molti dettagli minimalisti e moderni. Caratteristica la predilizione per gli open spaces. Stage di Yoga, Tai-chi, Massaggi. Quattordici le suites matrimoniali.

Ca’Zen, agriturismo/camere. Ca’Zeno, Rovigo.
L’edificio, un’antica villa veneta risalente al 1700, si trova nel cuore del Parco del Delta de Po. Possibilità di corsi personalizzati di inglese, impartiti direttamente dalla proprietaria anglo-irlandese, come stages di equitazione personalizzati a cura di un istruttore federale della Fise. Ospitalità assicurata in cinque camere di cui due suites.



Pubblicato in: Turismo rurale

Tags: , , , , , , ,

Post relazionati

  • Visitiamo il Parco Nazionale del Gargano, lo sperone d’Italia
  • Ma quanto era bello quell’agriturismo?
    Era vicino a….
  • Gli agriturismi sulla Costiera Amalfitana diventano zona
  • Pubblica un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Potrai usare il seguente codice HTML:
    <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

    *