In agriturismo con il nostro cane o gatto

.

Le vacanze arrivano per tutti, anche per i nostri amici a quattro zampe. È importantissimo far sì che quella che per noi sarà una settimana rilassante non si tramuti per il nostro animale di compagnia in un inferno caldo e spaventoso.

Siamo esperti in turismo rurale e non possiamo che pubblicare la nostra miniguida per la perfetta vacanza e in agriturismo con cane o gatto!
Viaggiare in compagnia del proprio cane o gatto. Foto CC dal Flickr di Mikebaird

  • È importante, nelle settimane precedenti alla partenza, assicurarsi della buona salute del vostro cane o del vostro gatto. Sarà necessaria quindi una visita approfondita dal veterinario e la vaccinazione contro parassiti e malattie comuni. Importante anche la prevenzione da eventuali punture di insetto per scongiurare la leishmaniosi o la filariosi. Ricordiamoci che l’agriturismo è per definizione immerso nel verde e vegetazione e zone umide possono ospitare parassiti e pericoli (se non previsti).
  • Il nostro cane o gatto, oltre che per legge anche per il riconoscimento in caso di smarrimento, dovrà essere sempre identificabile tramite un collare, il tatuaggio o il microchip. Portiamo sempre con noi una sua foto recente.
  • La scelta della struttura rurale per la vostra vacanza può non essere facilissima. Ricordiamoci di verificare prima di tutto la disponibilità dei proprietari dell’agriturismo ad ospitare animali domestici come il vostro (utile specificare taglia e razza) e la presenza di spazi adeguati. Un buon punto di partenza per la vostra ricerca sarà il nostro filtro specifico dedicato agli agriturismi pet-friendly.
  • Il viaggio in auto, treno o autobus sarà sicuramente per il vostro cane e gatto il momento più brutto dell’intera vacanza. Se ospitato in un trasportino, è importante, anche una settimana prima della partenza, far familiarizzare la nostra mascotte con la sua “casetta”, magari associandola a momenti di ricompensa come il cibo o le carezze. Una volta in viaggio non farebbe male, nè a loro nè a noi, effettuare una pausa ogni due ore per reidratarci e sgranchirci le gambe/zampe. I gatti in auto dovrebbero viaggiare sempre all’interno del trasportino: essendo di natura curiosi, potrebbe essere molto pericoloso lasciarli liberi per l’abitacolo.
  • L’arrivo presso l’agriturismo sarà per il vostro compagno di giochi il momento dell’esplorazione, della scoperta. Sarà quindi doveroso effettuare un “giro di ricognizione” assieme al nostro cane o far scoprire al nostro gatto ogni angolo del nostro appartamento e degli spazi a cui potrà aver accesso. Importante interagire con il proprietario della struttura rurale, informandosi sui contatti del veterinario più vicino e sulla politica della struttura riguardo spazi comuni, libertà di circolazione e spazi dedicati. Non lasciamo soli i nostri amici a quattro zampe nelle camere durante l’orario di pulizia.
  • Impariamo a risolvere piccole emergenze mediche tipiche dell’eccitazione e dei nostri cani e gatti in vacanza come disinfettare piccole ferite che si potrebbero produrre o rimuovere zecche con olio, alcool e pinzette.

Le ferie si avvicinano, facciamo in modo che la nostra vacanza in agriturismo con il nostro cane o gatto si trasformi in un’esperienza bestiale!

Hai qualche ulteriore suggerimento per i nostri lettori? Un’esperienza da raccontare o un consiglio utile? Aspettiamo con ansia i tuoi commenti qui sotto!



Pubblicato in: Turismo rurale

Tags: , , , ,

Post relazionati

Pubblica un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Potrai usare il seguente codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>